Blog: http://Apatia_politica.ilcannocchiale.it

Dove andremo ???



Distribuzione della ricchezza in Italia

Buon 2014 a tutti e voi e ben ritrovati. Il primo mese dell'anno sta ormai volgendo al termine portandosi dietro un pò di quei risparmi della tredicesima dicembrina che ha fatto passare a molti un Natale sereno anche se non frizzante; la coda di questo Gennaio chiude il sipario tasse, almeno temporaneamente, e ne apre uno nuovo dal titolo " BEFFE ".
I dati pubblicati dalla Banca d'Italia sulla distribuzione della ricchezza in Italia hanno tutta l'aria di una presa in giro:


Il 46,6 % del patrimonio nazionale è detenuto da 10% delle famiglie italiane

Il 53,4 % è suddiviso tra il 90% delle famiglie italiane.


E' una farsa, un gioco o è la pura verità ...
Ma se questa è la verità, cosa sta facendo il governo per attenuare questo duro scostamento ? Finora a pagare sono stati tutti gli Italiani, indistintamente dalla loro posizione sociale; certo gli effetti delle tasse sono differenti: chi ha la possibilità di far parte del
magic team del 10% non ha problemi a pagare, non ne sente il peso, ma chi sfortunatamente milita nel Disparate 90% e si trova con il fiato sul collo ogni fine mese, vede restringersi sempre di più il suo potere d'acquisto e la sua capacità di competere ancora in questo Paese dalla truffa facile ed impuunita.

Con un colpo di coda da vecchie volpi e per amore del Belpaese ecco che qualcosa da Montecitorio si muove per mettere a tacere queste disparità, il 24 Gennaio scorso è stato approvato il decreto che contiene il "Voluntary disclosure", ovvero collaborazione spontanea, nella sostanza uno scudo fiscale per far rientrare i capitali dall'estero. Questa pratica, come abbiamo avuto modo di vedere in questi anni, è utilizzata
per fare cassa indistintamente da destra a sinistra.
Le modalità di attuazione possono essere differenti su alcuni punti ma il fine è il medesimo: permettere di fare rientrare in Italia i capitali detenuti all'estero da residenti italiani facendogli pagare quanto dovuto e non versato in questi anni.
NON SI PARLA DI INTERESSI DI MORA E DI RISARCIMENTO DI DANNI SUBITI DALLA NAZIONE, ma solo di saldare il dovuto, un
CONDONO in piena regola... anche se i giornalisti non utilizzano questa parola, come dire troppo di destra, troppo Berlusconiana, ma è indubbio che il governo il giorno 24 Gennaio ha varato un condono verso i soliti ignoti. Sembra proprio che questo sia il solo modo che i governi Italiani conoscono e praticano per riuscire a fare cassa e mantenere i privilegi. Ancora una volta bisogna ammettere che il GOVERNO HA FALLITO nel suo intento, si è piegato davanti alla giustizia, è stato sconfitto dai suoi stessi detrattori.

Pubblicato il 29/1/2014 alle 13.35 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web